prezzi sballati

Ci sono cose che nessuno ci spiegherà mai, ne noi potremo capire.
Una di queste è il prezzo dei carburanti.
A luglio il petrolio era attorno ai 147 dollari al barile, ed il gasolio era arrivato a 1,55 euro/litro; la benzina era 1,56-1,57 euro al litro. Il cambio euro/dollaro era 1,58.
Oggi il petrolio è a 48 dollari al barile, il cambio euro/dollaro 1,28, ma il gasolio costa 1,25 euro al litro e la benzina 1,22 euro al litro.
Il metano costava 0,905 euro al kg ed oggi 0,930 euro al kg.
Il GPL costava 0,700 euro al litro, ed oggi 0,645 euro al litro.
La riduzione dei prezzi all’utente finale, con la compiacenza del Governo che incassa a piene mani, non è quella giusta.
Fate quattro conti e vedrete!
Annunci

Rispondi