arriverò a roma?

“Il caso Vigo”.A Montecitorio le perplessità dell’agronomo con una interrogazione della Siragusa—Sorbello:”Sia dibattito in tutti i comuni”

Trecastagni, Consiglio crisi agrumicola-Interrogazione al ministro Luca Zaia

Orazio Vasta

TRECASTAGNI

Approda in Consiglio comunale la protesta dell’agronomo Corrado Vigo nei confronti del Ministro delle Politiche agricole,accusato di non fare nulla per l’agricoltura siciliana.”Nell’ordine del giorno della prossima assise -dice Armando Sorbello(Udc),Presidente del consiglio-sarà affontata la questione sollevata dall’agronomo.Io stesso,proporrò una analoga iniziativa al presidente del Consiglio della Provincia regionale e a tutti i sindaci della provincia etnea interessati al comparto agricolo” . L’assessore regionale “all’Agricoltura”,Giovanni La Via(Pdl-FI)ribadisce come:”A Luca Zaia vanno poste anche questioni dalle quali dipende il futuro della nostra agricoltura ed alle quali mi sembra che sino ad oggi non abbia dato risposte convincenti. In primo la fiscalizzazione degli oneri sociali per le aree svantaggiate che rischia sicuramente di determinare,qualora non prorogata dopo il 30 marzo, un reale tracollo dell’attività produttiva agricola in molte aree del mezzogiorno d’Italia.Poi,il tema della dotazione del fondo di solidarietà nazionale che risulta sostanzialmente non in grado di offrire iristoro ai produttori danneggiati”. Per il centrosinistra interviene Alessandra Siragusa,deputato nazionale del Pd:”Già dal mese di novembre, l’assessore La Via, ha proposto al Governo nazionale la dichiarazione dello stato di crisi del settore agrumicolo, senza avere ancora risposta.In attesa,anche il settore cerealicolo registra un crollo dei prezzi. In particolare, il prezzo del grano è diminuito del 70 per cento nell’arco di sei mesi. I nostri agricoltori oggi vendono il prodotto a circa 16 centesimi al chilo contro i 48 dei mesi precedenti. A ciò si aggiunge il peso del racket e il condizionamento dei mercati. Ho in mente una interrogazione per porre fine al balletto delle responsabilità fra Pdl isolano e nazionale”.

Orazio Vasta
****************
Giornale di Sicilia (edizione di Catania) del 7 gennaio 2009,pag.20

Annunci

5 pensieri su “arriverò a roma?

  1. Io ho risposto con una lettera pubblicata sull’edizione nazionale dal Giornale di Sicilia.La lettera pubblicata l’ho inviata a Corrado,che, se lo riterrà opportuno,la pubblicherà…Colgo l’occasione per trasmettere un plauso al GIORNALE DI SICILIA,che,attraverso il giornalista Orazio Vasta,sta mettendo a nudo la realtà catastrofica dell’agricoltura siciliana:GRAZIE!E ora,SICILIANI,RISPONDETE!

  2. http://www.siciliainformazioni.com/ “I miracoli dei dirigenti pubblici in Sicilia: raggiungono gli obiettivi anche senza conoscerli. Ma come faranno?” articolo pubblicato su Libero. – Forse Zaia non considera la Sicilia perchè è convinto che nell’Assessorato Agricoltura tutto funziona come nell’Assessorato Territorio ed Ambiente (che mi pare coinvolto nella individuazione delle ACN Abominevoli Carte dei Nitrati). Immaginate se scoprissimo che uno degli obiettivi da raggiungere (lo capirete leggendo l’articolo apparso su Libero e reperibile al link suindicato) e sicuramente già raggiunto entro il 2008, era quello di rompere le scatole a tutti gli agricoltori ed operatori del settore, con tutte le Carte dei vincoli???

  3. I siciliani stanno zitti perchè fra tanti maltrattati ce ne sono alcuni che hanno o godono di tanti benefici per cui temono di perdere quel che hanno guadagnato con il silenzio ed il rispetto.Mi chiedo inoltre che faccia devono avere i nostri parlamentari e cioè quelli che abbiamo votato nella nostra provincia. Trattasi di persone poco accorte, ignoranti e soprattuitto inaffidabili.Lancio l’idea di una rivoluzione dei meritevoli postocchè il merito pare sia di moda.

  4. I siciliani non rispondono perchè in tempo di saldi,in gran parte sono tutti a comprare cappelli,perche,come certamente sapete,abbiamo sempre applaudito i Fenici,i Romani,gli Arabi,iNormanni,gli Spagnoli,i piamontesi,e gli Americani,per poi correre col cappello in mano a elemosinare prebende,e a chiedere come favori quel che ci spetta per diritto.Scavalchiamo,gli ASCARI che siedono in parlamento e chiediamo la grazia,direttamente a LUI. SUA ECCELLENZA ILLUSTRISSIMA MINISTRO LUCA ZAIA. Aiuta l’agricoltura siciliana.Oppure chiediamo aiuto,al ministro Francese chissa’!!!!

Rispondi