impatto ambientale

Questa foto l’ho ripresa alla Tangenziale di Catania, nella zona in cui si stanno ultimando i lavori per lo svincolo della nuova autostrada Catania-Siracusa.
Si vede una grande rampa, che servirà per il collegamento agli svincoli.
Rientrando da Primosole l’Etna viene offuscata da questa immensa rampa.
Dov’era la Soprintendenza quando è stato realizzato questo progetto?
Me lo chiedo perchè la stessa Soprintendenza, però, si “oppone” alla posa di tubi per irrigazione interrati a cm. 30, se gli stessi sono su di un fondo agricolo, ma entro i 150 m. da un qualsiasi fiume, torrente, ecc.
Due pesi e due misure? Occhi bendati? Fate voi!
Annunci

5 pensieri su “impatto ambientale

  1. Scusate la mia ignoranza, forse non ho capito bene,nel momento in cui,,,,disgraziatamente,,,, sono proprietario di un fondo limitrofo ad un fiume non posso interrare un tubo per irrigare le mie piante, mentre è normale realizzare i pozzi privati nel demanio o nelle strade comunali.Allora cosa devo pensare………

  2. Non toccate la Sopraintendenza alle BBAA di Catania. E’ diretta in un modo magistrale.Anche per questo fatto gravissimo rivolgerò istanza alle autorità competenti per far rimuovere personale non capace.Debbo ricordare per correttezza un avvenimento cui ho partecipato personalmente insieme ad altre 7 persone di cui tre avvocati ed il resto ingegneri. Ebbene, era il giorno 8 ottobre 2008. In numero di 8 persone ci siamo recati dall’attuale sopraintendente alle BBAA per chiedere la rimozione in autogtutela di una gru , ( ignobile) che era stata installata nel portizziolo di Ognina dopo che era stata eliminata e letteralmente maciullata la scogliera.Ebbene, il nostro sopraintendente ebbe a dichiarare : debbo ammettere che quella gru è ” una MOSTRUOSITA'”, tuttavia non posso annullare in autotutela il provvedimento che l’ha autorizzata perchè l’ha firmato una signora che mi ha precedjuto nella carica e con la quale ho avuto una causa che è durata ben tre anni. Alla fine sono stato vincitore ma adesso non posso annullare quel suo provvedimento perchè sembrerebbe che lo facessi per mera ritorsione.” Davanti a questa risposta siamo rimasti allibiti e non abbiamo creduto ai nostri occhi come un simile personaggio potesse ricoprire una carica di tale importanza in una città che proprio grazie a questa gente è stata ridotta allo stremo.Ecco perchè il soprapassaggio o quant’altro può passare sotto i baffi del nostro mentre i tubi del giardino del dr. Vigo debbono essere autorizzati secondo regole volte a proteggere anche i fantasmi che stanno sotto il PETRARO.

  3. Rispondo a bimbo_scemo.La manovrabilità della torre di controllo dell’aeroporto si trova in stato di crisi,quando i velivoli si trovano in fase di avvicinamento e di preparazione al landing, causa la presenza del cono d’ombra dovuto alla costruzione circolare adiacente (centro commerciale).L’ENAC è stata interessata per la sicurezza del volo e si vocifera l’abbassamento del plesso in questione.Credo – dopo tanto tempo – che la cosa sia stata insabbiata,forse per … pressioni politiche.Comunque quando la visibilità scende al di sotto dei 10 km ed i venti sono tesi nella direzione del cono d’ombra i responsabili della torre modificano l’avvicinamento e quindi la fase di atterraggio.Il rischio c’è …Speriamo in bene.

  4. A Dott. GiglioSi vero c’è anche la torre che dice lei, io mi riferivo al centro commerciale che sta sorgendo al pigno, che dire poi delle attivita’ commerciali e le abitazioni attaccate alla rete di recinzione della pista ( lato orientale e s.g. la rena.

Rispondi