ogni ufficio una repubblica

Oggi ricevo l’email che pubblico, e di seguito commento.
Caro Corrado,
ti invio in allegato una dichiarazione che l’IPA di Enna mi richiede telefonicamente a completamento della documentazione per l’ottenimento del decreto di finanziamento per la Mis. 4.06 bando 2008.Mi hanno detto sempre telefonicamente che in mancanza di tale documento la pratica verrà archiviata. Ne a me, ne alla ditta ci costa produrla ma il fatto che io o la ditta dobbiamo precipitarci a Barrafranca per portare tale dichiarazione mi spara nel cervello, non volendo considerare il costo del carburante, l’inquinamento, “a iurnata persa” e l’inutilità di tale documento.

Da tanti anni, anche da troppi, sbraito che ogni Ufficio è una Repubblica a sè stante.
E potrei capire (ma non giustificare) ogni Ispettorato, ma qui, ogni Condotta, ogni Sezione Operativa, ogni stanza, ogni Funzionario interpreta come vuole, e chiede ciò che vuole.
Nel frattempo l’utenza si allontana sempre più, indispettita ed arrabbiata. Cosa dice, poi a noi tecnici? “Non mi aveva detto che ci voleva anche questo e quello!”
Ma noi … come facciamo a sapere cosa vuole ognuno da dietro il proprio tavolino? Chi ci dice che le richieste non finiranno mai? Caro collega l’ennesima, ed alquanto inutile, richiesta non mi stupisce affatto, ma faccio un appello all’Assessore, ai Dirigenti dei Vertici Regionali:

UNIFORMATE I DOCUMENTI RICHIESTI ED I MODELLI DA COMPILARE

non ci farete impazzire, e voi stessi non impazzirete a definire le pratiche!

Annunci

2 pensieri su “ogni ufficio una repubblica

  1. E’ una storia vecchia.In Sicilia ci sono 9 Province e quindi 9 ” Repubbliche”,burocraticamente parlando.Alle predette ” Repubbliche ” – nel tempo – si sono aggiunte,le Condotte agrarie,le Soat e come dici tu,anche le stanze,i funzionari,i mobili stessi,autorizzati a dettare, ad ” INNOVARE “,ad interpretare qualsiasi legge o circolare (forse – mi sorge un dubbio – per gestire … il proprio giardinetto od il proprio potere personale).Perchè l’Assessore La Via prima delle elezioni europee,non lascia un buon ricordo,emando una circolare – testo unico,uniformando gli Uffici Regionali,compresi quelli esistenti a Lampedusa,Ustica,Lipari,Ginosta,Favignana,etc.all’applicazione od alla richiesta dei documenti.Mi fermo.

  2. E’ una storia vecchia.Ma si ripete tropo spesso.Crescono in maniera allarmante le richieste di documentazione inutili che hanno il solo scopo di scaricare i burocrati di responsabilità, riversare sulle nostre spalle le loro indolenze e, per sovraprezzo, tenerci sotto scacco.La sottoscrizione sotto personale responsabilità….. è spesso illegittima perchè trasforma un eventuale nostro errore amministrativo o contabile (perseguito con sanzioni amministrative) in reato penale al solo scopo di evitare loro i controlli.Quando ci decideremo ad investire le nostre organizzazioni di categoria di questo problema e ricorrere al TAR anche per una piccola richiesta, per arginare il dilagare di questa arroganza, forse riusciremo a contenerla. Fino a quando ci contenteremo di piangerci sopra continueremo a subirle.Gli avvocati potrebbero iniziare a suggerire quali norme vengono lese quando i burocrati eccedono nelle richieste non previste dalle singole leggi?

Rispondi