Pagate l’agricoltore Ryan – Sui pagamenti del “bio” 2015

money-2696228_960_720

Ieri ho ricevuto l’ennesimo messaggio con il quale mi si chiedeva di riproporre all’attenzione dei lettori del blog il mancato pagamento dei premi “bio” 2015, relativo alla nostra regione.
In questi tre anni si sono susseguite interrogazioni parlamentari, pressioni da parte dell’Assessorato su Agea, finte promesse di Agea … e poi … pochi, pochissimi, coloro i quali hanno ricevuto quanto gli spettava.

E la situazione andrebbe sbloccata, ed anche urgentemente, poichè dal 2015 ci sono agricoltori che si sono impegnati a coltivare con il metodo di coltivazione biologico, hanno affrontato spese per gli enti di certificazione, hanno subìto spesso riduzioni di produzione e costi maggiori, legati la metodo di coltivazione, ma alla fine … non hanno ricevuto quanto gli spettava …

E ieri … una delle tante email … un grido, un altro grido in mezzo agli altri …

Con il 2018, poi, diventano ben quattro (4) le annualità da percepire … mentre l’Agea “dorme”, inventandosi ora un problema, ora una anomalia, ora un altro problema … tutto per non pagare, una massa di denaro immensa …

Verrebbe da gridare “Pagate l’agricoltore Ryan“!

Annunci

Un pensiero su “Pagate l’agricoltore Ryan – Sui pagamenti del “bio” 2015

  1. Caro Corrado, sono un collega seppur non laureato;il sistema SIAN/AGEA costa alla collettivita’ centinaia di milioni di euro, pertanto dovrebbe quale ambito istituzionale funzionare a termine di legge.Nonostante le ingenti somme di cui dispone oserei dire forse superiori ai contributi erogati il sistema e’ carente inefficiente e assente tale da presupporre illeciti di varia natura. Nessuno nonostante gli enormi disagi di gestione e ritardi nelle erogazioni, solleva il problema in ambito giudiziario in primis i sindacati i quali godono di ritorni economici rilevanti , sembra che percepiscano tra le altre entrate di tributo sindacale, ben 50 euro a fascicolo grafico lavorato. tutto questo va’ denunciato e portato nelle opportune sedi giudiziarie si da far cessare questo scempio.

Rispondi